Cosa vedere ad Atene

Cosa vedere ad Atene

Ci sono molte cose da vedere ad Atene. La città di Atene è conosciuta come la culla dell’antica civiltà greca. Questa città ha monumenti di oltre 3000 anni che sono impressionanti. Non c’è da stupirsi che sia una delle principali città turistiche d’Europa, anche se la maggior parte delle persone dedica a questa città solamente 1 o 2 giorni, quindi bisogna tenere ben in mente cosa vedere ad Atene in modo da non perdersi nemmeno un’attrazione.

Se ti piacciono i viaggi carichi di cultura, allora adorerai Atene. Prendi carta e matita e scrivi l’itinerario con le attrazioni da non perderti nella capitale greca.

Vuoi sapere quali monumenti sono imprescindibili se visiti la capitale della Grecia? Iniziamo!

Luoghi meravigliosi da vedere ad Atene

Acropoli di Atene

È, come puoi immaginare, uno dei luoghi imprescindibili di qualsiasi visita ad Atene. Questo posto si trova su una collina da dove è possibile scorgere quasi ogni angolo della città di Atene. In effetti, grazie alla sua posizione strategica, era precedentemente utilizzato come piattaforma difensiva contro gli attacchi degli invasori. L’Acropoli de Atene è formata da molti luoghi interessanti di grande interesse storico come il Partenone e il Tempio di Atena.

Un consiglio: svegliati presto per andare a visitarla, perché in caso contrario, al tuo ritorno a casa potresti ricordarti di più la fila che avrai fatto per entrare che la grandiosità della visita.

Museo dell’Acropoli

Un’opera di stile assolutamente contemporaneo che fu progettata per trenta anni e costruita in undici con l’obiettivo di raccogliere il meglio delle rovine dell’antica civiltà greca.

Questo spettacolare edificio nato dalla mente dell’architetto franco-svizzero Bernard Tschumi si trova esattamente nella storica area di Makriyianni e sebbene la sua inaugurazione era stata prevista per i Giochi Olimpici del 2004, alla fine ha aperto i battenti il 20 giugno 2009.

Naturalmente, non è stato facile raggiungere tutto ciò, in particolare il compito di riunire i pezzi presenti in altre istituzioni come musei, gallerie e persino collezioni private.

Una di queste è la sala principale di 25.000 metri quadrati dove si suppone che sarebbero stati collocati i 96 fregi del tempio dell’Acropoli che meglio sono stati conservati nel corso dei secoli in diverse parti del pianeta. Di questi, si sono potuti raccogliere solamente 40 pezzi che sono stati restituiti alla Grecia dall’Università Tedesca di Heidelberg, dal Museo Antonio Salinas di Palermo in Sicilia e dal Getty Museum di Los Angeles.

Tuttavia, i 56 fregi sono da oltre due secoli di proprietà britannica esposti al British Museum di Londra. Anche se sono stati rivendicati dalle autorità greche per oltre 25 anni, i britannici si rifiutano di restituire le opere con la scusa che in Grecia non vi sia un posto con una sicurezza sufficiente per ospitare i marmi.

Pur essendo stato risolto il problema della sicurezza nelle strutture, gli inglesi non hanno ancora restituito i preziosi pezzi e per questo motivo il Nuovo Museo dell’Acropoli di Atene sarà caratterizzato da parti sostitutive molto ben differenziate che completeranno il lavoro di Fidia fino a quando gli originali non potranno essere rimpatriati.

Il costo totale dell’opera ha superato i 130 milioni di euro di investimenti e vi sono più di due milioni di visitatori all’anno.

Il Partenone

Questo posto è uno dei monumenti più rappresentativi della Grecia Classica. In effetti, sicuramente l’avrai visto infinite volte nelle immagini di Google. Ti sembra familiare?

Durante la sua costruzione sono stati utilizzati materiali come il marmo bianco ed è noto per le sue grandi colonne e i fregi che rappresentano scene di eventi importanti. All’interno del tempio era presente una grande statua d’oro e d’avorio di Atene realizzata dal famoso scultore greco Fidia.

Vedere l’edificio attraverso un’immagine è una cosa, ma di persona è davvero impressionante. Credici, non rimarrai indifferente.

Stadio Panathinaiko

Questo antico stadio fu costruito intorno al III secolo a.C. con lo scopo di servire come sede per la celebrazione delle Panatenee. Si tratta di celebrazioni religiose in onore della dea Atena. Qui venivano organizzate gare sportive come corse dei carri, atletica e lotta libera oltre ad altri tipi di competizioni. Stiamo parlando, quindi, di uno degli stadi più antichi del mondo. Non possiamo spiegare in questo articolo la storia di questo stadio perché ci dilungheremo troppo, ma il bello è che, dopo averlo visitato ed aver ascoltato la sua storia, sarai sicuramente un esperto in materia.

Perché? Perché questo stadio dall’incredibile architettura può essere visitato di persona pagando un piccolo importo con il quale, inoltre, avrai diritto anche ad un’audioguida per poter scoprire l’intera storia dello stadio che, come ti abbiamo avvertito, non è corta.

Inoltre (questo ti interessa per i tuoi social network), da questo edificio avrai una vista incredibile sull’Acropoli, sul Partenone, sulla Collina di Filopappo, sul Giardino Nazionale, sullo Zappeion, sul Monte Licabetto e sul Tempio di Zeus Olimpio. Il tutto nella stessa fotografia.

Tempio di Zeus Olimpio

Così come il Partenone che fu eretto in onore di Atena, questo tempio fu costruito per, nienteméno che, sette secoli, per adorare Zeus, uno degli dei più importanti del pantheon greco. All’interno, fu collocata una grande statua in oro e avorio di Zeus Olimpio.

Delle 104 colonne originali, solamente 15 si sono conservate, ma ti danno un’idea dell’immensità del tempio. Si ritiene che la maggior parte delle colonne distrutte cadde a causa di un terremoto durante il Medioevo.

Si trova nel centro di Atene e è possibile raggiungerlo con i mezzi pubblici. Inoltre, con l’ingresso è incluso con il biglietto di ingresso dell’Acropoli.

Suggerimento: Puoi visitarlo d’estate? L’illuminazione notturna, così come quella dell’Acropoli, lo rende ancora più bello.

Tramonto sul Monte Licabetto

Sei un romantico? Allora, questo è un qualcosa che devi assolutamente sperimentare ad Atene ed è fatto proprio per te, anche se sicuramente lo vivrai circondato da turisti ammassati in due metri quadrati. Puoi salire su un treno speciale per la visita o, se ne hai voglia, puoi farlo a piedi. Immagina le vedute dell’Acropoli al tramonto. Il momento perfetto per conservare il cellulare e memorizzare il momento nella mente.

Come puoi vedere, ci sono molte cose da vedere ad Atene. Pensi di visitare di persona la capitale greca? Sul nostro sito web troverai i migliori hotel ad Atene.

Cosa vedere ad Atene
1 voti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Articoli correlati

ebooking.com vi augura Buon Natale!

ebooking.com vi augura buon Natale! Quest’anno abbiamo abbiamo fatto ogni sforzo per offrirvi …

ebooking.com assieme a Expedia Affiliate Network (EAN)

ebooking.com, in collaborazione con Expedia Affiliate Network (EAN), offre l’anteprima di un n…

Viaggi low cost nel mese di agosto

Viaggiare in estate, di solito e un’attività sostanzialmente costosa, ma se guardiamo possiam…

Ai sensi delle disposizioni del Regolamento generale sulla protezione dei dati (RGPD), prima di proseguire con la navigazione, ti consigliamo di accedere e leggere la nostra Informativa sulla privacy e sui cookie. Se dopo aver letto tali informazioni decidi di proseguire la navigazione nel nostro sito Web, ciò implicherà la tua presa di conoscenza e autorizzazione di tale politica.

Accetta